Riqualificazione delle aree urbane e servizi al cittadino: l’High Line

HL_01

Oltre che come un brillante progetto di architettura del paesaggio, l’High Line di New York progettata da James Corner Field Operations con Diller Scofidio + Renfro, può essere guardata anche dal punto di vista del service design.

Il centro del progetto è l’utente, per il quale sono pensate diverse modalità di fruizione e di esperienza. Questo parco urbano, che nasce dalla riconversione di una linea sopraelevata del treno, può essere utilizzato come luogo di passaggio alternativo alla strada, oppure come un luogo di sosta, oppure di ritrovo, secondo modalità che hanno trovato spazio nel progetto. Sono state realizzate infatti diverse aree che favoriscono diversi modelli di socializzazione, come si vede per esempio dalle sedute: panchine tradizionali, panchine con la forma di un divano, scalinate, panchine-sdraio che possono essere unite o separate scorrendo sui vecchi binari del treno, tavolini e sedie per le aree di ristoro.
HL_02

HL_03

HL_04

HL_05

HL_06

HL_07

HL_08

Autore: Lidia Tralli, servicedesignblog.wordpress.com

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s